LOGO ASSociazione SS SACRAMENTO

La Nostra Storia

LOGO ASSociazione SS SACRAMENTOConfraternita ” SS. Sacramento”

de die 29 Misy Juny 1776 si costituì una … Laical Congregazione sotto il titolo del SS.mo Sagramento della Ira di Bolognano in Provincia di Chieti

Il punto I delle Regole della Congregazione recita:

Lo scopo dell’unione di fedeli sotto il titolo di Congregazione del SS.mo Sagramento nella Parrocchiale di S.Antonio Abbate della Ira di Bolognano in Abruzzo citra, è L’onore di Dio, La Pietà, la Carità fraterna……

….. Datus Napoli ex Real Palatio seguenti die 7 Mesy Juny millesimo septicentesimo nonagesimoprimo il real assenso alla preinserta Capitolazione fatta dagli fratelli della Congregazione sotto il titolo del SS.mo Sagramento della…….. dal Re Ferdinandus IV, previa autorizzazione del Real Cappellano Maggiore, nella Real Camera di S.Clara.

Quindi Congregazione laica riconosciuta dalla Chiesa e dallo Stato.

A seguito del Concordato del 1929, è stato riconosciuto lo scopo esclusivo o prevalente di culto, con Regio decreto del 31 gennaio 1935 pubblicato sulla G.U. 17 aprile 1935, n. 90 – Personalitα giuridica.

Nell’anno 1984 la revisione del Concordato dette nuove indicazioni civili e religiose in merito alle Confraternite, pii sodalizi, legati pii, ordini religiosi etc.

La Confraternita in quegli anni non recepì le nuove norme causa la scarsa divulgazione delle stesse e il vivere in traditio antiquae, seguendo le direttive spirituali, morali e di fratellanza del Priore Tieri Domenico detto Borsalin’ che ricoprì tale incarico dal 1948, succedendo al padre Andrea, sin la fine degli anni Ottanta.

Il 5 aprile 2008 la Confraternita seguendo le indicazioni del Direttorio diocesano, si riunì in Assemblea per conferire mandato a Confratelli/Consorelle al fine di stendere un rettificanti statutus. Quindi in data 11 maggio 2008, nuovamente in Assemblea , in votazione palese con alzata di mano, elegge il nuovo Priore p.t.(mandato quinquennale), il Consiglio direttivo ed il Cappellano.

Altro momento significativo è la S. Messa solenne con il rito del “Rinnovo” : die 7 giugno 2008. Concelebrazione eucaristica con il Cappellano, il Parroco, ex Parroci, Sacerdoti bolognanesi ed altri Presuli. Era inoltre presente non come concelebrante, bensì come Confratello, per sua chiara e ferma decisione, l’Emerito Arcivescovo della Arcidiocesi Pescara-Penne Mons. Antonio Iannucci bolognanese e iscritto nella Confraternitα all’età di 12 anni. Di li a pochi mesi abbraccerà la sua Mamma celeste, lasciandoci la Catechesi “EUCARISTIA E SACERDOZIO” scritta per l’occasione e da lui letta con voce flebile e Spirito forte e testimoniato, e una relazione storica “Le origini di Bolognano”.

In seguito, dopo i Decreti Arcivescovili di avallo, si è proceduto all’iscrizione nel Reg. Personalitα Giuridica, al n. 46, e all’attribuzione del Cod. fiscale.

Nel seguire il cammino degli antenati (l’Onore di Dio, La Pietà e la Carità fraterna), si sentiva la necessità di essere liberi nell’operare anche nel sociale, quindi si deliberò in merito all’iscrizione al Registro nazionale delle Associazioni ONLUS, previa integrazione statuto.

Il 19 dicembre 2009 si ottenne ciò con l’impegno assunto all’Articolo II che recita: La Confraternita con il presente atto inserisce fra i “fini istituzionali” le attività di: solidarietà e beneficenza, organizzazione raccolta fondi per opere istituzionali, supporto ai disabili, supporto ai giovani non abbienti, servizi agli anziani che vivono in stato di non assistenza e/o autosufficienza, raccolta fondi per ristrutturazione ed esecuzione di beni di interesse storico ed artistico.

 

Print Friendly, PDF & Email